Le casseforti componibili sono una categoria specifica che viene progettata e realizzata per essere compatibile con alcune tipologie di ambienti in cui sia necessario o utile che la cassaforte venga fornita in maniera modulare. Ciò avviene, ad esempio, per quelle stanze in cui non si può procedere in maniera tradizionale ma sia più funzionale procedere con una installazione modulare. Sono la soluzione ottimale anche nel caso in cui i pavimenti abbiano una portata limitata o si tratti di un ambiente di difficile accesso. Sono adatte a contenere oggetti preziosi, di valore oppure documenti e contanti, perciò possono essere utilizzate per gioiellerie, banche ed uffici.

Le casseforti componibili sono anche indicate nel caso in cui se ne preveda un rapido spostamento o un trasferimento, ma rimangono valide ed efficaci per proteggere ciò che vi riponi.
Il frazionamento degli scomparti che restano indipendenti riducono i rischi di forzature, poiché ogni modulo è a gestione autonoma. Questo è possibile alla struttura delle casseforti componibili che permette di unire pannelli con profili di fissaggio rinforzati ed mantengono lo stesso grado di resistenza di un modello standard (ovvero pari ad un livello di sicurezza di III° e V° livello). Ogni pannello è inoltre realizzato con compositi armati resistenti a tentativi di effrazione con strumenti meccanici o termici. Per aumentarne la capacità di protezione ci sono meccanismi di chiusura distribuiti su tutta la superficie della porta e nell’eventualità di un attacco violento viene generalmente previsto un sistema di relocking automatico che blocca tutti gli elementi di chiusura.